Inizia a fare trading su Deutsche Bank!
DEUTSCHE BANK

Analisi prima di comprare o vendere azioni Deutsche Bank

Inizia a fare trading su Deutsche Bank!
77% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro - Plus500.com
 
Grafico fornito da TradingView

Ultimi notizie

Capitalizzazione e fatturato di Deutsche Bank

10/12/2021 - 08h25

Come molte altre aziende del settore bancario, il gigante tedesco Deutsche Bank ha annunciato i suoi risultati per l'anno finanziario 2020 nel febbraio 2021. Nel complesso, sono venuti fuori forti.

Elementi da considerare prima di vendere o comprare azioni Deutsche Bank

Analisi n.1

Va seguita in particolare la capacità del gruppo Deutsche Bank di svilupparsi nel settore digitale. Il gruppo ha infatti recentemente investito in diverse soluzioni di piattaforme informatiche e in strategie innovative di integrazione del digitale nelle proprie attività.

Analisi n.2

La domanda dei clienti delle banche è anch’essa in piena evoluzione. È quanto si vede soprattutto con il fortissimo sviluppo delle società del settore tecnologico.

Analisi n.3

Il gruppo Deutsche Bank è attualmente rappresentato in oltre 70 paesi con ben 2.700 agenzie ed oltre 98.000 dipendenti ma si interessa anche ai paesi emergenti ed alle economie in pieno sviluppo che offrono delle possibilità di espansione molto interessanti.

Analisi n.4

Infine, sebbene la gamma di attività della Deutsche Bank sia già molto varia, l’attuale diversificazione in direzione di altri tipi di attività messa in opera dal gruppo dovrebbe permettergli di incrementare i propri introiti.

Analisi n.5

Per prima cosa, l’emergere di aziende nel settore tecnologico costituisce una vera e propria minaccia per la Deutsche Bank in quanto queste svolgono ormai un ruolo preponderante nella messa in opera dell’economia e dell’industria finanziaria.

Analisi n.6

Le banche online e il loro forte sviluppo da ormai alcuni anni sono anch’esse una minaccia per le quote di mercato della Deutsche Bank. Queste banche di nuova generazione propongono infatti delle tariffe molto allettanti e una grande semplicità di utilizzo con un funzionamento unicamente tramite Internet.

Analisi n.7

Vanno anche prese in considerazione le eventuali riforme regolamentari che negli anni a venire dovessero interessare il settore di attività finanziario.

Analisi n.8

Infine, vanno tenuti d’occhio i tassi di interesse che possono esercitare una pressione sui margini dei gruppi bancari e obbligare gli attori di questo mercato a fare degli aggiustamenti nelle tariffazioni da loro applicate.

Il 77% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Deutsche Bank

Il gruppo Deutsche Bank è uno dei leader bancari in Germania. La sua attività si suddivide in vari ambiti tra cui soprattutto la rete di sportelli bancari, la banca privata e la gestione di attivi nonché i servizi di investimento, di finanziamento e di mercato ed altri servizi che hanno una piccolissima parte nel volume d’affari globale.

Deustche Bank gestisce ad oggi non meno di 500 miliardi di euro di effetti a scadenza di depositi e 370 miliardi di euro di effetti a scadenza di crediti. Possiede 2.907 agenzie nel mondo di cui la maggior parte in Germania, Medio Oriente, Africa, America e Asia Pacifica.

Analisi prima di comprare o vendere azioni Deutsche Bank
Il 77% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Il gruppo Deutsche Bank deve far fronte a una forte concorrenza in Europa e nel resto del mondo quindi, prima di acquistare o vendere le sue azioni, è importante conoscere i suoi diversi avversari di cui ecco una rapida panoramica:

BNP Paribas 

 Questa banca francese è la prima banca europea per attività e redditività, e l'ottava banca più grande del mondo. L’azienda, che opera in più di 65 paesi, è quotata sul mercato Euronext Paris e fa anche parte dell'indice azionario CAC 40. Impiega più di 190.000 persone ed è organizzata in tre grandi aree di business

Barclays 

 Questa banca britannica fondata nel 1896 ha sede a Londra, nel Regno Unito. È quotata in Borsa e fa parte dell'indice FTSE 100. È anche una delle più grandi banche britanniche e mondiali e, oltre che nel Regno Unito, è infatti presente in più di 60 paesi in Europa, Asia, America e Africa. Attualmente impiega 111.300 persone in tutto il mondo, 32.000 delle quali sono in Sudafrica attraverso la sua nuova filiale Avsa.

Goldman Sachs 

 Questa società quotata alla Borsa di New York è nota anche come GS ed è una banca d'investimento fondata nel 1869 la cui sede sociale di trova a Wall Street. Goldman Sachs dispone di uffici nei più importanti centri finanziari, tra cui New York, Londra, Tokyo e Parigi.

Citigroup

 Questa società finanziaria, che opera sotto il nome di Citi, è una delle maggiori società finanziarie di New York e deriva dalla fusione tra Citicorp e Travelers Group avvenuta nel 1998. Secondo Forbes Global 2000, è inoltre una delle aziende più grandi del mondo. Attualmente il gruppo impiega infatti 219.000 persone in tutto il mondo e conta più di 200 milioni di clienti in più di 100 paesi. L'azienda fa parte dell’indice Dow Jones Industrial Average dal 1997.

BPCE

 BPCE è in realtà l'organo centrale comune delle francesi Banque Populaire e Caisse d'Epargne. Il gruppo è il secondo istituto finanziario cooperativo al mondo dopo il Crédit Agricole. Integra tutte le società che costituivano i due gruppi bancari e le loro controllate proprie e comuni.

Crédit Agricole 

 Infine, il Crédit Agricole, precedentemente noto come “Banca Verde” per via della sua attività d’origine che si rivolgeva al mondo agricolo, è attualmente la più grande rete mondiale di banche cooperative e mutualistiche. Il Crédit Agricole è composto, in Francia, da più di 39 casse regionali. Nel 1990 è diventato un gruppo bancario generalista internazionale. È quotato in Borsa attraverso la sua holding Crédit Agricole SA sul primo mercato dell’Euronext Paris e fa parte dell'indice CAC 40.


Alleanze strategiche

BNP Paribas

Nel 2001 BNP Paribas si è associata a cinque tra le principali istituzioni finanziarie al mondo per creare la prima alleanza mondiale nell’ambito dei distributori automatici di banconote battezzata “Global Alliance” nella quale rientrava anche Deutsche Bank.

Attijarifawa Bank

Nel 2014 i gruppi Attijarifawa Bank e Deutsche Bank hanno firmato un importante memorandum d’intesa che mirava a costruire e sviluppare una soluzione globale a marchio comune di banca di transazioni, appoggiandosi alle rispettive esperienze ed alle complementarità dei due gruppi nei rispettivi mercati.

MasterCard e Ogone

 Un fornitore di pagamenti online di primo piano sulla scena internazionale, hanno annunciato nel 2013 il loro partenariato sull’integrazione e lo sviluppo di MasterPass, l’avvenire delle transazioni digitali, con diversi gruppi bancari europei tra cui Deutsche Bank.

Il 77% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
fattori positivi per le azioni Deutsche Bank
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Per prendere una posizione lunga all’acquisto sulle azioni Deutsche Bank è importante ottenere il massimo di informazioni che possano indicare il futuro rialzo della quotazione di questo titolo. A tal fine, il confronto tra i punti forti e deboli di questo gruppo bancario è una tecnica che ha dimostrato la sua efficacia. Per aiutarvi in ciò, vi proponiamo di scoprire intanto i principali atout di questa società.

Il posizionamento di questo gruppo bancario sul mercato europeo è ovviamente il primo punto di forza di questa società. La Deutsche Bank è infatti attualmente la prima banca europea in particolare grazie alla sua solida esperienza in Germania, la più grande potenza economica d’Europa. L’offerta della Deutsche Bank si rivolge infatti a tutti i tipi di clienti privati e istituzionali con contratti di gestione di attivi, servizi di banca transazionale, finanza d’impresa sui mercati di capitali, gestione del patrimonio e, ovviamente, retail bank.

Anche la sua capacità nel consolidare i propri affari può essere considerata un punto di forza di questa società. Infatti, per rafforzare le proprie attività, il gruppo ha puntato sull’ottimizzazione delle proprie risorse e del costo del proprio capitale. Ha anche recentemente proceduto alla riorganizzazione integrale delle sue divisioni commerciali in tre poli distinti per rafforzare ciascuna delle filiali, ottimizzando così la copertura e aumentando le quote di mercato.

In Germania, più in particolare, il gruppo Deutsche Bank è riuscito a svilupparsi nel settore della retail bank, soprattutto grazie all’integrazione della società Postbank e delle sue attività PCB sul mercato tedesco. Deutsche Bank è così diventata un leader di questo settore con un’efficacia globale basata sia sulla realizzazione di utili più elevati che sulla stabilità finanziaria globale del gruppo.

Il gruppo ha anche notevolmente rafforzato le proprie attività di banca di investimento. Deutsche Bank ha infatti incrementato le proprie attività presso delle multinazionali di livello mondiale grazie alla creazione di una banca d’affari e d’investimento unica nel suo genere che si basa sulla lunga esperienza di questa banca storica.

Infine, possiamo anche citare come innegabile vantaggio del gruppo Deutsche Bank la sua fortissima immagine di marca. Nella classifica del 2017 della rivista Forbes relativa a 2.000 marchi mondiali, infatti, Deutsche Bank si posiziona al 441° posto. Lo stesso anno, il marchio è stato valutato ad oltre 34 miliardi di dollari con dei ricavi nell’ordine di 44,28 miliardi di dollari.

fattori negativi per le azioni Deutsche Bank
Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Come certamente immaginerete, i punti di forza della Deutsche Bank non sono gli unici elementi da prendere in considerazione prima di mettere in opera una strategia di investimento su questo titolo ed è infatti necessario conoscere anche i punti deboli di questo valore. Ecco quindi la lista dettagliata dei punti deboli di questo gruppo bancario che potrebbero pesare sull’evoluzione del suo titolo borsistico.

Il primo punto debole, e certamente il più importante, della società Deutsche Bank riguarda ovviamente i recenti cambiamenti relativi alla regolamentazione in vigore per alcuni dei settori principali del gruppo. Questi cambiamenti comportano infatti una forte decrescita delle attività della Deutsche Bank nonché il consolidamento delle sue attività storiche.

Da notare poi una portata limitata per questo gruppo che si vorrebbe internazionale. Infatti, sebbene Deutsche Bank benefici di una forte presenza sul mercato europeo, il suo sviluppo al di fuori di questa zona rimane ancora troppo limitato. Per via di questo limite il gruppo non dispone degli stessi atout di alcuni dei suoi concorrenti per svilupparsi nei mercati emergenti che sono comunque un ottimo target per l’avvenire delle banche del mondo intero.

Come potete constatare, le debolezze del gruppo Deutsche Bank sono comunque poco numerose rispetto ai suoi punti di forza. Tuttavia, si tratta di limiti che possono frenare fortemente le capacità di questa società di evolvere positivamente nel futuro e possono quindi avere una grande influenza sulle tendenze future di queste azioni. È quindi bene prenderle in considerazione con intelligenza.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Queste informazioni non costituiscono in alcun modo dei consigli per la realizzazione di transazioni né un incentivo ad comprare o vendere un attivo.

Domande frequenti

Chi sono i principali azionisti del gruppo Deutsche Bank?

Attualmente, i principali azionisti del gruppo Deutsche Bank sono: Cerberus Capital Management con il 6%, Hainan Traffic Administration Holding con il 4,82%, Hamad bin Jassim bin Jabor al-Thani con il 4,07%, Hudson Executive Capital con il 3,14%, The Vanguard Group con il 2,91%, Goldman Sachs International con l’1,62%, BlackRock and Asset Management con l’1,61%, BNP Paribas Asset Management France con l’1,43%, Lyxor International Asset Management con l’1,27% e Capital Research & Management WI con l’1,16%.

Quali sono i diversi servizi di Deutsche Bank?

Le attività di Deutsche Bank sono attualmente suddivise in cinque servizi principali: il servizio Markets (trading, vendite, prestiti di Stato, debiti privati, valute, tassi, azioni e derivati), la divisione Global Transaction Banking (finanziamento di imprese, emissione di debiti privati e operazioni di ristrutturazione o immobiliari), la divisione Corporate Finance (consulenza in materia di fusioni, acquisizioni e altri servizi), la divisione Asset Management (gestione patrimoniale) e la divisione Private Wealth Management per i clienti VIP.

Come analizzare i grafici di Deutsche Bank?

Per analizzare i grafici delle azioni Deutsche Bank occorre utilizzare i principali indicatori tecnici di tendenza e volatilità. Tra questi figurano in particolare l'indicatore MACD, le medie mobili, le bande di Bollinger e i diversi punti di accelerazione o di inversione di tendenza, come i punti pivot, i supporti e le resistenze tecniche.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com