Analisi delle azioni delle società di cannabis prima di investire

Tra i "nuovi" settori del mercato azionario che stanno attirando gli investitori c'è il settore della cannabis con sempre più azioni disponibili online. Ma prima di negoziare i titoli delle aziende specializzate in questo settore, è necessario essere in grado di effettuare analisi pertinenti di questi titoli un po' specifici. Vi offriamo quindi il nostro aiuto in questo senso e in questo articolo vi diremo quali azioni di società di cannabis potete commerciare online e come effettuare delle buone analisi su di esse.  

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Analisi delle azioni delle società di cannabis prima di investire

Come analizzare l’evoluzione della quotazione delle azioni sulla cannabis

Per investire su questi titoli in maniera efficace è ovviamente necessario comprendere bene il funzionamento del mercato della cannabis ed essere in grado di capire gli elementi che possono influenzarlo. Nel quadro delle analisi fondamentali di questi valori bisogna privilegiare gli elementi a seguire che sono quelli che hanno maggiore influenza:

  • I cambiamenti di legislazione. Come segnalato in precedenza, la cannabis è sempre più liberalizzata ed è già stata legalizzata in 43 stati statunitensi e in Canada. Questi paesi sono d’altra parte quelli in cui si ha la maggior parte di scambi nell’industria della cannabis. È più che probabile che questo fenomeno si espanda sempre più e che la legalizzazione della cannabis nel mondo prosegua con un effetto positivo sulle azioni. Ovviamente, la proibizione della cannabis in un paese che l’aveva  precedentemente legalizzata può avere un effetto inverso.
  • La differenza tra domanda e offerta. Come per qualsiasi attivo, l’offerta e la domanda condizionano anche la quotazione delle azioni sulla cannabis. È noto che la domanda da parte del pubblico e degli investitori aumenta ma è anche noto che al tempo stesso aumenta il numero di distributori. È quindi possibile che a lungo termine l’offerta finisca per rispondere pienamente alla domanda se non a superarla.
  • Le notizie del mercato e delle società specializzate. Infine, bisogna basarsi anche sulle notizie di attualità di questo settore di attività e delle imprese interessate fra cui i loro risultati finanziari, le operazioni di crescita o un eventuale cambiamento di direzione.

 

Alcune azioni da seguire per investire sulla cannabis

Non resta che scegliere i valori su cui concentrare i propri investimenti. Ecco quindi alcuni esempi di azioni del settore della cannabis su cui si può investire oggi stesso:

  • Canopy Growth Corporation, uno dei principali produttori di cannabis al mondo nonché uno dei più redditizi con delle interessanti performance.
  • CRON, Cronos Group, che lavora in collaborazione con il fabbricante di sigarette Altria ottenendo così un potenziamento della propria crescita.
  • Tilray è una delle azioni che hanno registrato le migliori performance in Borsa con un rialzo di oltre l’800% in appena 40 giorni e degli interessanti periodi di consolidamento.
  • ETFMG Alternative Harvest ETF che è un ETF e permette quindi di diluire il rischio.
  • Neptune Wellness Solutions, una società biotecnologica specializzata in particolare nella cannabis terapeutica che è una delle poche imprese del settore ad aver resistito alla crisi dei subprime.
  • Aurora Cannabis ha avuto globalmente un’evoluzione di oltre il 1.700% di valore tra la sua quotazione più bassa e quella più elevata ed ha regolarmente dei rimbalzi che gli analisti considerano particolarmente interessanti.
  • Aphria, che ha raggiunto una crescita in Borsa del 2.000% fra il livello più basso e quello più elevato, è anch’essa interessante da trattare in caso di rimbalzo.

Hemp è uno dei valori più vecchi di questo mercato e presenta una volatilità molto interessante con numerosi micromovimenti al rialzo e al ribasso che la rendono ideale per il trading a breve termine.

 

Come realizzare un’analisi tecnica della quotazione delle azioni del mercato della cannabis?

Gli elementi citati in precedenza aiutano a realizzare una buona analisi fondamentale della quotazione delle azioni del mercato della cannabis ma è indispensabile un'analisi tecnica complementare per ottenere segnali veramente interessanti.

Per questo tipo di analisi è soprattutto necessario scegliere i grafici borsistici in modo da poter disporre di grafici innovativi che possano essere interpretati in modo rapido e completo. I grafici online proposti dai broker sono spesso i più interessanti perché offrono diversi strumenti di personalizzazione della visualizzazione, come la scelta del tipo di grafico o de periodo nonché la possibilità di visualizzare in diretta diversi indicatori tecnici che possono essere consultati direttamente sulle quotazioni.

Oggigiorno non è più necessario effettuare da soli i calcoli per ottenere tali indicatori ma bisogna essere in grado di interpretarli correttamente per dedurre le tendenze future più probabili.

Per quanto riguarda la scelta degli indicatori da sorvegliare nel quadro delle analisi tecniche delle azioni di società operanti nel settore della cannabis, sono gli stessi che per gli altri valori. Quindi, si possono utilizzare gli indicatori di tendenza e di volatilità più diffusi, come l'indicatore MACD, le medie mobili e le bande di Bollinger.

I punti strategici di inversione o di accelerazione di tendenza sono anch'essi interessanti da studiare, ad esempio con i punti pivot, i livelli di supporto o di resistenza tecnica e altri livelli di questo tipo.

 

Come ottenere buone informazioni sulle imprese della cannabis quotate in Borsa?

Come si è potuto constatare leggendo quanto precede, una buona analisi della quotazione delle azioni delle società quotate in Borsa del settore della cannabis passa attraverso una lettura delle quotazioni con l’analisi tecnica e attraverso un’analisi fondamentale che richiede determinate conoscenze e informazioni preliminari. Ma dove trovare queste informazioni?

Per aiutare a realizzare le proprie analisi dei grandi valori di questo settore di attività, abbiamo deciso di dare accesso a delle schede dedicate a ciascuna delle più popolari di queste imprese quotate. Per tutte le azioni del settore che si studieranno si ha così accesso a informazioni precise e complete su diversi aspetti, tra cui:

  • I dati da prendere in considerazione nel contesto dell’analisi fondamentale
  • Le informazioni relative alla quotazione del titolo azionario (capitalizzazione borsistica, numero di titoli, piazza di quotazione/mercato, indice borsistico principale e settore di attività).
  • Una presentazione completa dell'impresa, con i dettagli delle sue attività e la distribuzione del suo reddito dal punto di vista dei segmenti di attività e geografico.
  • Una presentazione dei suoi principali concorrenti sul mercato per fornire un aiuto nel quadro dell’analisi settoriale.
  • Alcuni esempi di partnership che l’impresa ha potuto stringere di recente e che aiutano a conoscere meglio i suoi alleati strategici.
  • Infine, delle FAQ forniscono delle risposte alle principali domande relative a ciascuna delle imprese quotate.

Naturalmente, l’elenco delle informazioni da noi trasmesse non è esaustivo e può quindi essere integrato da altri dati, quali le notizie relative a tali società, i loro risultati finanziari e qualsiasi evento che possa influenzarle in Borsa. Non bisogna quindi esitare a svolgere le proprie ricerche.

 

L’indice borsistico Cannabis Stock:

Non tutti ne sono ancora al corrente ma il settore della cannabis sta vivendo un’espansione talmente importante che è stato creato un apposito indice borsistico. Si tratta dell’indice Cannabis Stock, che è un indice mondiale dei giganti della cannabis e che segue l’andamento di 20 valori di società quotate in tale mercato.

Le imprese che fanno parte di questo indice devono avere almeno il 50% della loro attività in questo settore.

È stata una società tedesca che, nel 2018, ha creato questo indice borsistico con l’obiettivo di monitorare efficacemente i risultati delle società quotate più esposte al mercato della cannabis terapeutica. La sua prima quotazione è stata effettuata con un valore iniziale di 1.000 punti.

Per poter essere inclusa nella composizione di tale indice azionario, un’impresa deve soddisfare alcune condizioni:

  • La società deve attestare almeno il 50% di vendite nel settore della cannabis.
  • Il suo volume di negoziazioni giornaliere deve essere di almeno 1 milione di dollari negli ultimi tre mesi.
  • L’impresa deve inoltre essere negoziata in una Borsa mondiale con una liquidità elevata.

Utilizzando dei filtri di esposizione alla liquidità e al reddito di queste imprese che abbiamo appena citato, le prime 20 imprese del settore vengono incluse nell’indice.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com