Capitalizzazione e fatturato di Xiaomi

  •   DEHOUI Lionel

Negli ultimi anni, il gruppo Xiaomi è emerso come un attore chiave nel mercato degli smartphone. È riconosciuto come il terzo produttore di smartphone al mondo. La performance dell'azienda nell'esercizio 2021 illustra perfettamente gli sforzi compiuti dal marchio per continuare a imporsi in questo settore dove la concorrenza è notevole. In effetti, nel corso dell'intero anno, l'azienda ha registrato ottimi risultati, trainati in particolare dalle vendite di smartphone. Scoprite in dettaglio ciò che c'è da sapere sui risultati finanziari dell'azienda cinese Xiaomi.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Capitalizzazione e fatturato di Xiaomi

Crescita delle attività del Gruppo nell'intero anno 2021

Il gruppo Xiaomi ha presentato ottimi risultati per l'esercizio finanziario 2021. Ciò testimonia la crescita dell'attività nel corso dell'anno. Questo dopo aver vissuto un difficile anno fiscale 2020, a causa della crisi sanitaria che ha causato un calo delle prestazioni di diverse aziende.

Ad esempio, per l'intero anno 2021, l'utile netto della società è stato di 3,1 miliardi di euro, rispetto agli 1,685 miliardi di euro dell'anno precedente. L'aumento è stato di circa il 69,5% rispetto all'anno precedente. La stessa tendenza è stata osservata nel fatturato.

Per l'anno 2021, il gigante cinese degli smartphone ha raggiunto un fatturato di 47 miliardi di euro, rispetto ai 31,862 miliardi di euro del 2020. 31.862 miliardi nel 2020, con un aumento del 33,5% rispetto all'anno precedente. Questo sviluppo è stato determinato dalla buona dinamica rilevata in quasi tutti i settori del gruppo.

Gli smartphone hanno svolto un ruolo fondamentale nell'aumento del fatturato del marchio nell'anno finanziario 2021. Nel corso dell'anno ha venduto 190,3 milioni di smartphone, rispetto ai 146,4 milioni del 2020, con un aumento del 30% rispetto all'anno precedente.

Inoltre, il gruppo ha conquistato una quota di mercato del 14%. Il settore degli smartphone ha registrato un fatturato stimato di 29,8 miliardi di euro per tutto il 2021. 29,8 miliardi di euro, con un aumento del 37,2% rispetto all'anno precedente. Grazie a questa solida performance, l'azienda di Pechino è salita in cima alla lista dei maggiori venditori di smartphone.

Di conseguenza, ora è tra i primi cinque al mondo in 62 mercati. D'altra parte, il gruppo è leader in 14 mercati in termini di quota di mercato.

Dettagli sulle vendite di smartphone nel 2021

Le vendite all'estero sono sempre più forti. Ciò è dimostrato dalla performance registrata nel corso del 2021. Escludendo la Cina, il fatturato dell'azienda è stato di 23,2 miliardi di euro. 23,2 miliardi di euro, con una crescita del 33,7% rispetto all'anno precedente.

Nel 2021, la quota di mercato delle vendite di smartphone è stimata al 16,8%. Inoltre, il marchio è noto per offrire smartphone con un rapporto migliore. Questo è particolarmente vero per il Redmi Note 11. Le vendite dei modelli premium sono aumentate nel corso dell'anno.

In totale, il gruppo ha venduto 24 milioni di smartphone Premium nel 2021, con un aumento del 160% rispetto all'anno precedente. Nell'anno fiscale 2021 rappresentano il 13% delle vendite totali.

 

Il posizionamento di Xiaomi rispetto ai suoi concorrenti sul mercato

Il gruppo Xiaomi ha scosso il mercato degli smartphone nel 2021. Nel secondo trimestre, il marchio ha venduto quasi 329 milioni di smartphone, con un aumento del 10,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Questa performance è stata raggiunta nonostante le difficoltà nelle catene di fornitura dei componenti.

In particolare, i buoni risultati di questo trimestre hanno permesso a Xiaomi di posizionarsi meglio rispetto ai suoi concorrenti. Alla fine del secondo trimestre del 2021, il marchio era per la prima volta al secondo posto, dietro al produttore sudcoreano Samsung. Quest'ultimo ha venduto 58 milioni di unità in questo periodo e ha conquistato il 17,6% del mercato.

Le vendite di smartphone di Xiaomi nel secondo trimestre del 2021 hanno rappresentato il 15,5% del mercato in termini di volume.

 

Dividendo e capitalizzazione di mercato di Xiaomi

In poche parole, il dividendo rappresenta la quota di reddito che viene distribuita agli azionisti di una società. Sebbene il pagamento di questo coupon sia comune in molte aziende, ve ne sono alcune che non aderiscono ancora a questa politica. È il caso del gruppo cinese di internet e telefonia mobile Xiaomi.

È quindi uno dei giganti del settore tecnologico che non paga ancora un dividendo. Inoltre, l'azienda è presente sui mercati azionari. Le azioni Xiaomi sono particolarmente apprezzate da dagli investitori o dai trader. A titolo informativo, nel luglio 2018 la società ha effettuato l'IPO presso la Borsa di Hong Kong.

A dicembre 2020, il terzo produttore di smartphone ha superato per la prima volta nella sua storia la soglia dei 100 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato. Nel 2022, per la precisione a maggio, si stima che questo valore supererà i 200 miliardi di euro.

 

Per saperne di più sul Gruppo Xiaomi

Fondata nel 2010 e con sede a Pechino, Xiaomi è una gigantesca azienda cinese la cui attività si concentra sui telefoni cellulari e sull'elettronica di consumo. Opera anche nel campo dell'Internet delle cose e della fornitura di servizi Internet. Il gruppo svolge anche attività di investimento correlate.

Inoltre, l'attività di Xiaomi è suddivisa in quattro aree principali. C'è il segmento degli smartphone, che si occupa della progettazione e della vendita di smartphone. C'è poi il segmento dei prodotti IoT e lifestyle, specializzato nella commercializzazione di altri prodotti per la casa come: router intelligenti, computer portatili, smart TV, ecc.

Il terzo segmento del gruppo è quello dei servizi Internet. Fornisce pubblicità e servizi Internet a valore aggiunto. Infine, l'ultima linea di business dell'azienda è specializzata in servizi di riparazione hardware.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com