Capitalizzazione e fatturato di Veolia

  •   DEHOUI Lionel

Il Gruppo Veolia è una multinazionale francese specializzata nei settori dell'ambiente e dell'energia. È riconosciuta come leader mondiale nei servizi ambientali. L'azienda ha una forte presenza nei cinque continenti e impiega circa 179.000 persone in tutto il mondo. I risultati del gruppo per l'anno finanziario 2020 sono dettagliati qui di seguito.    

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Capitalizzazione e fatturato di Veolia
Immagine: ©Robson309/123RF.COM

Fatturato per l'esercizio 2020

Per i dodici mesi completi dell'anno fiscale 2020, Veolia ha registrato un fatturato di 26,010 miliardi di euro, rispetto ai 27,189 miliardi di euro del 2019. Ha riportato un calo del 4,3% su base segnalata e del 2,9% a tassi di cambio costanti. Su base comparabile, il calo del fatturato è stato del 2,5% su base annua.

Il calo del fatturato è stato causato principalmente dagli effetti della crisi sanitaria della Covid-19 sui volumi d'affari e sul lavoro. L'impatto della pandemia è stimato in circa 915 milioni di euro, o -3,4%. Inoltre, nei primi due trimestri del 2020, l'attività del gruppo è stata penalizzata dalle misure di contenimento messe in atto per contrastare l'epidemia.

Così, nel Q1-2020, è sceso dell'1,3%. Nel secondo trimestre, il calo è stato più significativo, all'11,0%. Nel terzo trimestre, tuttavia, il gruppo ha notato una graduale ripresa. Questo le ha permesso di limitare il calo della sua attività allo 0,6% in questo periodo. Il rimbalzo nel Q3 è stato confermato nel quarto trimestre.

Negli ultimi tre mesi del 2020, l'attività del gruppo ha recuperato completamente il livello del 2019. Ha quindi registrato una crescita dello 0,9% in questo periodo.

 

Dettagli dell'attività del gruppo per linea di business

L'evoluzione dell'attività del gruppo per linea di business è presentata a tassi di cambio costanti. Per l'intero anno 2020, l'acqua ha registrato un leggero calo dell'1,0%. I volumi in questo segmento sono rimasti stabili, ma sono comunque diminuiti dello 0,2% nel corso dell'anno. D'altra parte, i prezzi sono aumentati dello 0,7%. Inoltre, l'attività dei lavori è stata temporaneamente interrotta da misure sanitarie.

I rifiuti hanno registrato un calo del 3,2% rispetto all'anno 2020. Anche qui, i volumi sono scesi del 5,2%, mentre i prezzi sono aumentati del 2,0%. La linea di business Energia ha registrato un calo del 5,8% nei dodici mesi di quest'anno. Su base comparabile, il calo è stato del 2,0%. Questo a seguito della cessione dell'attività di riscaldamento negli Stati Uniti alla fine del 2019.

 

Rassegna dell'attività del gruppo per area geografica

In Francia, l'attività di Veolia è diminuita del 3,9% nei dodici mesi dell'anno fiscale 2020. L'acqua ha registrato un calo del 2,2%, dovuto al calo del lavoro in H1 causato dalle misure di contenimento. I volumi sono aumentati dello 0,8% e i prezzi sono aumentati dell'1,5% per l'anno.

I rifiuti sono scesi del 5,9%, con volumi in calo del 5,7% e prezzi in aumento del 2,3%. Inoltre, i prezzi delle materie prime riciclate sono scesi bruscamente all'inizio dell'anno per poi rimbalzare in seguito.

Nel 2020, l'Europa al di fuori della Francia ha mostrato una grande resistenza alla crisi sanitaria. Così, in questa zona, l'attività è aumentata dello 0,4% su base annua, con una crescita del 5,3% nell'ultimo trimestre. Questo aumento è dovuto principalmente alla buona dinamica osservata in Europa centrale e orientale.

Questa regione è cresciuta del 6,3% durante l'anno, con un aumento del 14,9% nel quarto trimestre. Il business dell'energia è cresciuto del 7,1%. Questa tendenza al rialzo è stata osservata anche nell'Acqua, che è cresciuta dell'1,3%, con prezzi in aumento.

L'Europa del Nord, invece, ha mostrato un calo del 3,1% nel 2020. Ciò è dovuto al calo dei volumi di rifiuti industriali e commerciali in Germania. Il calo è stato anche dovuto a prezzi e volumi inferiori di materiali riciclati. L'Europa meridionale ha registrato un aumento del 2,1% sull'anno, spinto dal buon slancio di Portogallo e Spagna.

Infine, il Resto del Mondo ha registrato un calo dell'1,7% (a perimetro e tassi di cambio costanti) sull'anno. L'Asia è cresciuta dello 0,7%. La Cina è tornata a crescere con un aumento del 4,1% nel quarto trimestre. L'attività del gruppo è cresciuta del 6,6% in America Latina.

Al contrario, il Nord America ha registrato un calo del 3,2%. La regione Africa e Medio Oriente è rimasta stabile per l'intero anno 2020.

 

Performance di altri indicatori finanziari nel 2020

Per l'anno fiscale 2020, Veolia ha registrato un Ebitda di 3.641 milioni di euro, rispetto ai 4.022 milioni dell'anno precedente. 4.022 milioni l'anno precedente, un calo dell'8,0% a tassi di cambio costanti e del 7,1% su base comparabile. Questo declino si spiega con il calo di attività dovuto alla crisi sanitaria.

1.730 milioni nel 2019. È sceso del 24,8% (21,2% a parità di condizioni) su base annua. La quota di utile netto corrente del gruppo ha raggiunto 415 milioni di euro al 31 dicembre 2020, rispetto ai 760 milioni di euro dell'anno precedente.

La quota di reddito netto del gruppo è stata di 89 milioni di euro nel 2020, rispetto ai 625 milioni di euro del 2019. Per l'intero anno 2020, Veolia ha generato un free cash flow netto di 507 milioni di euro. Al 31 dicembre 2020, il debito finanziario netto della società è stimato in 13.217 milioni di euro. Escludendo le acquisizioni fatte durante l'anno, ammonta a 10.288 milioni di euro, in calo di 392 milioni di euro.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com