Capitalizzazione e fatturato di Unicredit

  •   DEHOUI Lionel

Considerata la più grande rete di banche cooperative e mutualistiche al mondo, il Crédit Agricole è un punto di riferimento nel suo settore. Nel corso dell'anno 2021, il gruppo ha registrato risultati di vendita positivi. Nell'esercizio finanziario di quest'anno, il fatturato dell'azienda ha raggiunto i 22,6 miliardi di euro.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Capitalizzazione e fatturato di Unicredit
Immagine: Pablo Cabezos

Bilancio dell'attività del gruppo nel primo trimestre del 2021

Nel primo trimestre del 2021, il Crédit Agricole ha registrato un margine di intermediazione sottostante di 9.082 milioni di euro, in crescita dell'8,4% rispetto all'anno precedente. Le spese operative sottostanti, escluso il Fondo di Risoluzione Unico (SRF), sono state pari a 5.501 milioni di euro, con un aumento dello 0,4% rispetto all'anno precedente. Il reddito operativo lordo sottostante è stato pari a 2.930 milioni di euro, con un aumento del 19,8% rispetto all'anno precedente.

L'utile al lordo delle imposte del trimestre è stato di 2.500 milioni di euro, con un aumento del 55,1%. Per l'insieme dei primi tre mesi del 2021, l'utile netto sottostante (quota del gruppo) ha raggiunto 1.599 milioni di euro, rispetto ai 981 milioni di euro dello stesso periodo del 2020. Inoltre, nel 1° trimestre 2021, l'attività commerciale dell'azienda è stata vivace.

Da gennaio a marzo 2021, il gruppo ha registrato un effetto forbice positivo di +8,0 punti percentuali. Il rapporto costi/ricavi sottostante, escludendo la RUF, è sceso di 4,8 punti percentuali al 60,6% in questo periodo. Per questo trimestre, il contributo al Fondo di risoluzione unico è stato di 652 milioni di euro. 652 milioni di euro, con un aumento del 43,4% rispetto al 2020. Il costo del rischio è diminuito del 42,3% rispetto al primo trimestre del 2020. In questo periodo ammonta a 537 milioni di euro rispetto ai 930 milioni di euro del primo trimestre del 2020.

 

Prestazioni nel secondo trimestre del 2021

Per l'insieme del secondo trimestre 2020, il Crédit Agricole ha registrato un margine di intermediazione sottostante di 9.295 milioni di euro. 9.295 milioni di euro, con una crescita dell'8,9% e del 7,7% a parità di perimetro. Il reddito operativo lordo sottostante ha raggiunto 3.779 milioni di euro nel secondo trimestre del 2021, rispetto ai 2.130 milioni di euro del secondo trimestre del 2020. 2.130 milioni di euro nel secondo trimestre del 2020, pari a un aumento dell'11,2%.

Per il secondo trimestre del 2021, l'utile netto sottostante attribuibile al gruppo è stato di 2.367 milioni di euro. Si tratta di un aumento significativo del 32,6% rispetto al secondo trimestre del 2020. L'utile ante imposte sottostante ha raggiunto i 3.409 milioni di euro nel trimestre, con un aumento del 45,5% rispetto al secondo trimestre del 2020.

Va detto che il risultato ante imposte comprende anche il contributo delle società. 93 milioni di euro in questo periodo, con un aumento del 20,2% rispetto al secondo trimestre del 2020. Il risultato netto delle altre attività è stato di -19 milioni di euro in questo trimestre rispetto ai 78 milioni di euro dello stesso periodo dell'anno precedente. L'onere fiscale sottostante è aumentato dell'87,8% nel secondo trimestre del 2021. L'aliquota fiscale sottostante è stata del 25,5% rispetto al 19,8% del 2020.

2.367 milioni di euro, con un aumento del 32,6% rispetto all'anno precedente. L'utile per azione sottostante era di 0,52 euro alla fine del primo trimestre del 2021, rispetto a 0,31 euro nello stesso periodo del 2020. Nel secondo trimestre del 2021, l'attività dell'azienda è risultata molto buona.

 

Risultati del terzo trimestre 2021

Nel terzo trimestre del 2021, il margine di intermediazione sottostante del Gruppo Crédit Agricole ha raggiunto 8.972 milioni di euro. 8.972 milioni di euro, con un aumento del 6,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il reddito operativo lordo sottostante è stato di 3.535 milioni di euro nel 3° trimestre del 2011, con un aumento del 5% rispetto all'anno precedente.

L'utile al lordo delle imposte è stato di 3.222 milioni di euro nel trimestre. È aumentato del 12,9% rispetto all'anno precedente. Per l'intero secondo trimestre del 2020, l'utile netto, quota gruppo, è stato di 2.235 milioni di euro. 2.235 milioni di euro, con un aumento del 15,6% rispetto al terzo trimestre del 2020.

Nel terzo trimestre del 2021, l'attività commerciale del gruppo è stata molto solida. I prestiti in essere sono aumentati del 6,3% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 588 miliardi di euro. Il patrimonio totale in gestione è aumentato del 7,2% rispetto all'anno precedente, raggiungendo gli 826 miliardi di euro alla fine del trimestre. I prestiti per la casa sono rimasti stabili rispetto al terzo trimestre del 2020. Il loro valore ammonta a 0,5 miliardi di euro.

 

Aggiornamento trimestrale sull'attività nel periodo Q4-2021

Nel quarto trimestre del 2021, il Gruppo Crédit Agricole ha registrato un margine di intermediazione sottostante di 9.380 milioni di euro. Il fatturato è aumentato dell'8,3% rispetto al livello del quarto trimestre del 2020, con un'attività sostenuta in tutte le linee di business. A parità di condizioni, l'aumento del margine di intermediazione sottostante è stato del 7,2%. Il reddito operativo lordo sottostante è aumentato del 15,4% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 3.568 milioni di euro. A parità di condizioni, la crescita del reddito operativo lordo è stata del 14,8% rispetto al quarto trimestre del 2020.

Nel quarto trimestre del 2021, l'azienda ha visto aumentare l'utile ante imposte sottostante del 44,2% (rispetto al quarto trimestre del 2020), raggiungendo i 3.205 milioni di euro. L'utile netto sottostante attribuibile al gruppo ha raggiunto i 2.311 milioni di euro. 2.311 milioni di euro, con un aumento del 61,7% rispetto all'anno precedente. Nel trimestre in esame l'attività delle banche regionali è stata molto intensa.

 

Dividendo e capitalizzazione di mercato del Crédit Agricole nel 2020

Il dividendo rappresenta la quota di utile netto versata agli azionisti della società. Il Crédit Agricole è una delle società che seguono questa logica. Per l'esercizio 2021, il gruppo ha distribuito un dividendo di 1,05 euro per azione. Questo dividendo include un recupero di 20 centesimi sul dividendo non distribuito nell'anno precedente.

Il Crédit Agricole è attivo anche sui mercati azionari. L'azienda è inclusa nell'indice borsistico CAC 40. Dalla fine del 2020, la sua capitalizzazione di mercato è stata stimata in 30,1 miliardi di dollari.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com