Capitalizzazione e fatturato di Schneider Electric

  •   DEHOUI Lionel

Schneider Electric è una società francese specializzata in energia digitale e soluzioni di automazione per l'efficienza energetica e la sostenibilità. È riconosciuto come il leader mondiale in questo settore. Il gruppo è presente in più di 100 paesi nel mondo. Nel 2020, la sua attività ha risentito degli effetti negativi della crisi sanitaria del Covid-19. Tuttavia, l'azienda ha approfittato della ripresa economica globale per migliorare i suoi risultati nel 2021.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Capitalizzazione e fatturato di Schneider Electric
Immagine: Chmee2 / CC BY-SA

Performance finanziaria nell'anno fiscale 2020

Nell'anno fiscale 2020, il business di Schneider Electric è stato interrotto dalla pandemia di coronavirus. Tuttavia, ha recuperato verso la fine dell'anno. Questo ha permesso al gruppo di riportare risultati migliori del previsto per l'intero anno.

Nei dodici mesi dell'anno finanziario 2020, il produttore di apparecchiature elettriche ha raggiunto un fatturato annuo di 25,16 miliardi di euro. Ha riportato un calo del 7,4% (nei dati pubblicati). In termini organici, il calo è stato del 4,7%. Tuttavia, questa performance ha superato le aspettative dell'azienda.

L'azienda aveva previsto un calo organico delle vendite tra il 5% e il 7%. Nel solo quarto trimestre, il fatturato dell'azienda è stato di 7,13 miliardi di euro, con un aumento organico dello 0,8% su base annua. Questo sviluppo è stato guidato in particolare dalla buona dinamica dell'attività del gruppo in Europa occidentale e Asia-Pacifico.

Inoltre, la crescita organica del fatturato negli ultimi tre mesi dell'anno è stata aiutata dagli aumenti di prezzo. Questo è stato raggiunto in un contesto difficile segnato da una crisi sanitaria persistente. Inoltre, Schneider Electric ha registrato un utile netto di 2,13 miliardi di euro per l'anno 2020.

2,13 miliardi, in calo del 12% rispetto all'anno precedente. L'utile netto rettificato (esclusi alcuni oneri una tantum) per il 2020 è stato di 2,61 miliardi di euro. 2,61 miliardi nel 2020, in calo dell'11% su base segnalata. Su base comparabile, era in calo del 4,4% su base annua. Per tutto l'anno, l'Ebitda rettificato del gruppo ha raggiunto 3,93 miliardi di euro.

3,93 miliardi, in calo del 7,4% su base segnalata e del 3,6% su base organica. Il margine operativo era del 15,6% nel 2020. È migliorato di 20 punti base su base organica.

 

Risultati nel primo trimestre del 2021

Nel primo trimestre del 2021, la crisi sanitaria del Covid-19 ha continuato ad affliggere diversi paesi del mondo con numerosi nuovi casi di contaminazione. D'altra parte, le difficoltà nelle catene di approvvigionamento sono continuate. È in questo contesto che Schneider Electric ha presentato i suoi risultati trimestrali.

Nei primi tre mesi dell'esercizio 2021, il fatturato del gruppo è stato di 6,53 miliardi di euro. Su base annua, è aumentato dell'11,9% su base segnalata. Su base organica, il fatturato è aumentato del 13,5%. Questa forte performance è stata guidata dalla crescita del business in tutte le regioni durante il trimestre.

Più in dettaglio, i ricavi della divisione Energy Management hanno raggiunto 4,95 miliardi di euro nel Q1-2021. Su base annua, sono aumentati del 12,9% su base segnalata e del 13,7% su base organica. La divisione automazione industriale ha registrato un fatturato di 1,58 miliardi di euro nel trimestre.

Rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, questo rappresenta un aumento del 9% su base dichiarata. Su base organica, le vendite della divisione sono aumentate del 12,9% su base annua.

 

Risultati semestrali nella prima metà del 2021

Nella prima metà del 2021, Schneider Electric ha raggiunto una performance finanziaria record. Ciò è dovuto in parte alla forte ripresa e allo slancio nei vari mercati del gruppo. Per i primi sei mesi di quest'anno, le vendite semestrali dell'azienda hanno raggiunto 13,77 miliardi di euro, in aumento del 19% rispetto all'anno precedente (riportato).

Su base organica, le vendite sono cresciute del 18,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Tra gennaio e giugno, il produttore di apparecchiature elettriche ha registrato un utile netto di 1,56 miliardi di euro, rispetto ai 775 milioni di euro dell'H1-2020. È quindi raddoppiato in un anno. L'Ebitda rettificato del gruppo per il primo semestre è stato di 2,36 miliardi di euro.

2,36 miliardi, in crescita del 49,9% su base segnalata e del 51,7% su base organica. Il margine operativo è stato del 17,1% nell'H1-21, rispetto al 13,6% di un anno prima. Alla fine del semestre, il gruppo ha registrato un free cash flow di 1,08 miliardi di euro.

Alla fine di giugno 2021, il suo debito netto è stimato a 7,87 miliardi di euro, rispetto ai 3,56 miliardi di euro alla fine del 2020.

 

Aggiornamento sul business del terzo trimestre 2021

Nel terzo trimestre del 2021, Schneider Electric ha registrato un fatturato trimestrale di 7,22 miliardi di euro. Ha riportato una crescita dell'11,8% su base annua. Su base organica, le vendite sono aumentate dell'8,8%. Questo sviluppo delle vendite è stato sostenuto dalle misure di prezzo attuate durante l'anno nella divisione Prodotti.

Nei primi nove mesi dell'esercizio 2021, il fatturato del gruppo ha raggiunto 21 miliardi di euro. 21 miliardi. Su base dichiarata, è aumentato del 16,4% su base annua. Su base organica, le vendite sono aumentate del 15,1%.

Il dividendo e la capitalizzazione di mercato di Schneider Electric
L'assemblea generale annuale degli azionisti di Schneider Electric si è tenuta il 28 aprile 2021. Durante questa riunione, la società ha annunciato l'intenzione di pagare un dividendo di 2,60 euro per azione per l'anno 2020. Si tratta di un aumento del 2% rispetto alla cedola distribuita per l'esercizio 2019.

Schneider Electric ha anche una notevole presenza sui mercati finanziari. Infatti, la società è quotata alla Borsa di Parigi sul mercato Euronext. È anche incluso nell'indice borsistico CAC 40. Nel gennaio 2022, la sua capitalizzazione di mercato è stimata a più di 80 miliardi di euro.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com