Capitalizzazione e fatturato di Renault

  •   DEHOUI Lionel

Il gruppo Renault è leader europeo nel mercato delle auto elettriche. È il terzo produttore di automobili al mondo. L'azienda ha stretto un'alleanza con Nissan e Mitsubishi Motors. È presente in oltre 130 Paesi e ha più di 180.000 dipendenti in tutto il mondo. Nel 2021, l'attività dell'azienda ha registrato una ripresa dei profitti dopo la pandemia di Covid-19. Ecco i dati principali delle cifre registrate nell'anno fiscale 2021.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Imprese colpite dalla crisi sanitaria e dalla carenza di componenti

Diversi eventi hanno caratterizzato l'esercizio 2021 del gruppo Renault. Gli affari si sono ripresi timidamente dopo un anno difficile nel 2020. La crisi sanitaria di Covid-19 è stata uno degli eventi chiave che ha sconvolto le attività commerciali in diversi Paesi del mondo. Ha avuto un forte impatto sulla performance finanziaria di molte aziende nel corso del 2020.

Il gruppo Renault non è stato risparmiato da questa realtà. In effetti, la pandemia Covid-19 ha fortemente interrotto l'attività dell'azienda nel 2020. L'azienda è stata inoltre penalizzata dalla carenza globale di componenti elettronici che ha colpito l'intero settore automobilistico durante l'anno.

Tuttavia, la casa automobilistica ha compiuto gli sforzi necessari per limitare il più possibile gli effetti di questa carenza sulla produzione. Questo è il motivo della ripresa del 2021.

 

Bilancio dell'esercizio 2021 su due semestri

Dopo una perdita significativa di 8 miliardi di euro nel 2020, Renault è riuscita a riprendersi dall'inizio del 2021. Con il suo piano strategico, il gruppo Renault è riuscito a generare un risultato netto (nel 2021) di 967 milioni di euro. Il flusso di cassa operativo libero di Automotive1 dopo le variazioni del capitale circolante è stato di 1,3 miliardi di euro. Ciò contribuisce alla riduzione del debito netto di 2 miliardi di euro registrata da Automotive nel 2020.

Questo è il risultato dei numerosi sforzi compiuti dall'azienda per invertire la rotta. Infatti, dopo aver registrato risultati contrastanti nel primo semestre del 2020, il gruppo Renault è stato in grado di migliorare significativamente la propria performance nella seconda metà dell'anno. Queste azioni sono proseguite fino al 2021. Questo risultato deriva dall'accelerazione del piano di riduzione dei costi fissi e di miglioramento della politica dei prezzi attuato dal gruppo.

Infatti, nel suo piano strategico denominato "Renaulution", il gruppo francese ha dato priorità alla generazione di cassa e alla redditività. Inoltre, le azioni intraprese per resistere alla crisi sanitaria hanno mostrato i primi impatti positivi nella seconda metà del 2020. In particolare, il miglioramento della redditività operativa è stato notevole in questo periodo.

Inoltre, il flusso di cassa libero della divisione Automotive è stato positivo. Queste buone performance mostrano i primi segnali di ripresa dell'azienda dal forte impatto della pandemia del 2020. Il primo anno del piano strategico "Renaulution" è quindi produttivo per il gruppo.

 

Fatturato e margine operativo di Renault nel 2021

Sull'insieme dei dodici mesi dell'esercizio 2021, il gruppo Renault ha generato un fatturato di 46,2 miliardi di euro, rispetto ai 43.474 milioni di euro del 2020. Si tratta di un aumento del 6,3% rispetto all'anno precedente.

Nel 2021, il settore automobilistico, esclusa AVTOVAZ, ha registrato un aumento dei ricavi di 1,7 miliardi di euro nel primo semestre. L'effetto volume è stato positivo con +8,7 punti. Ciò è dovuto principalmente all'attuazione del piano strategico "Renaulution". Per l'esercizio 2021, Renault ha registrato un margine operativo del 3,6% (a fronte di una previsione di margine operativo dello stesso ordine del primo semestre 2021, ossia 2,8%). In questo modo si raggiunge, con due anni di anticipo, l'obiettivo di Renaulution di un margine operativo superiore al 3% nel 2023.

Il margine operativo del settore automobilistico, esclusa AVTOVAZ, è aumentato del 2,8% rispetto al -6,5% del primo semestre del 2020. Il portafoglio ordini del Gruppo in Europa (con oltre 3 mesi di vendite) è sostenuto dall'attrattiva dell'offerta Renault E-TECH, dei veicoli commerciali, di Dacia Spring 100% elettrica e di Dacia Sandero.

Il margine operativo del Gruppo è stato di 1,7 miliardi di euro. Ciò equivale al 3,6% del fatturato. Questo valore rappresenta un miglioramento di 2 miliardi di euro rispetto al 2020. Nel secondo semestre del 2021 la percentuale sarà del 4,4%.

Il margine operativo di Automotive1 è stato di 507 milioni di euro. Questo rappresenta l'1,2% del fatturato del segmento. Si tratta di un miglioramento di 1,8 miliardi di euro rispetto al 2020. L'effetto volume è quindi positivo per +4,4 punti.

 

Andamento di altri indicatori finanziari nel 2021

368 milioni di euro per il 2021, a fronte di una perdita operativa di Questa performance è il risultato dell'attuazione del piano strategico "Renaulution". Anche l'indebitamento medio è diminuito. Ciò ha comportato un significativo aumento del risultato finanziario del gruppo.

La casa automobilistica ha registrato un risultato netto di 368 milioni di euro nel 2020. 368 milioni di euro per l'intero anno.

Per quest'anno, l'azienda registrerà un free cash flow operativo del settore automobilistico (inclusa AVTOVAZ) prima delle variazioni del capitale circolante di 1,6 miliardi di euro, rispetto ai 4.551 milioni di euro del 2020. Dopo le variazioni del capitale circolante, il flusso di cassa è di 1,3 miliardi di euro.

Dividendo e capitalizzazione di mercato di Renault nel 2021
Il gruppo Renault presenta uno sconto interessante per l'azionista. Per rendersene conto basta osservare la capitalizzazione di mercato nel 2021. Si tratta di 10,4 miliardi di euro rispetto a un valore patrimoniale del gruppo di 25,34 miliardi di euro nel 2020. Va notato che il gruppo Renault ha abolito il suo dividendo nel 2020.

L'azione Renault è quotata alla Borsa di Parigi su Euronext. Alla fine del 2021, l'azienda sarà inclusa nell'indice borsistico CAC 40. Il suo valore azionario è di 24,34 miliardi di euro. Ciò corrisponde a un potenziale aumento di valore di almeno il +143%.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com