Capitalizzazione e fatturato di Eiffage

  •   DEHOUI Lionel

Fondata nel 1993, Eiffage è una società francese specializzata in lavori pubblici e concessioni. È una delle principali imprese di costruzione in Europa. Il gruppo è al terzo posto in questo settore in Francia, dietro Vinci e Bouygues. Nel 2020, la sua attività si è svolta in un contesto difficile segnato dalla crisi sanitaria del Covid-19. Scoprite qui i risultati registrati dall'azienda durante tutto l'anno.

Capitalizzazione e fatturato di Eiffage
Immagine: Laurent Grassin

Performance globale degli indicatori finanziari nel 2020

Per tutti i dodici mesi dell'esercizio 2020, Eiffage ha generato un fatturato consolidato di oltre 16,3 miliardi di euro. 16,3 miliardi, in calo del 10,0% anno su anno su base effettiva. Su base comparabile, le vendite sono diminuite del 10,6%. Nell'ultimo trimestre, l'attività del gruppo è diminuita dell'1,9%.

Per l'anno 2020, la società ha registrato un utile operativo corrente di 1,263 miliardi di euro, in calo del 37% su base annua. Ha stimato che il primo semestre è stato il periodo più colpito dalla crisi sanitaria del Covid-19. Quest'ultimo ha inciso su questo risultato per 265 milioni di euro.

Nel 2020, il gigante francese delle costruzioni ha realizzato un utile netto di 631 milioni di euro. 725 milioni l'anno prima. L'utile netto per azione è stato di 3,83 euro, rispetto ai 7,48 euro dell'anno precedente.

 

Dettagli dei risultati annuali per linea di business del Gruppo Eiffage

Nel 2020, la divisione Works ha registrato un fatturato di oltre 13,7 miliardi di euro, in calo del 9,5% su base annua. Su base comparabile, è sceso del 9,7%. Nella seconda metà dell'anno, questa divisione è tornata allo stesso livello di attività dello scorso anno in Francia, con un aumento dello 0,1%. Nella seconda metà dell'anno, gli affari in questa divisione sono diminuiti dell'1,4%.

Per l'anno 2020 nel suo complesso, l'impatto della pandemia sul business è stimato in 1,4 miliardi di euro. Il margine operativo per questo ramo è stato del 2,0%, rispetto al 3,6% dell'anno precedente. Ha risentito del contenimento di marzo, che è stato particolarmente pronunciato in Francia. Tuttavia, è stato influenzato da un marzo molto stretto, in particolare in Francia,

3,69 miliardi nel 2020. 3,69 miliardi, in calo del 13,4% su base annua. In Francia, l'attività della divisione è scesa del 12,6%. In Europa, il calo è stato del 16,1% sull'anno. Nel settore immobiliare, il numero di prenotazioni di alloggi registrate è stato di 4.273, rispetto alle 5.095 del 2019.

Inoltre, la divisione Costruzione ha continuato ad essere quella più colpita dall'epidemia di coronavirus nei primi sei mesi del 2020. Di conseguenza, il suo margine operativo è sceso di anno in anno all'1,2%, dal 3,7% di un anno prima.   

5,99 miliardi nel 2020, in calo del 7,0% su base annua. In Francia, l'attività di questa divisione è diminuita dell'8,5%. Fuori dalla Francia, ha registrato un calo limitato del 3,8%. Il suo margine operativo era dell'1,5%, rispetto al 2,9% di un anno prima.

Nel 2020, il fatturato della divisione Sistemi energetici ha raggiunto i 4,05 miliardi di euro. 4,05 miliardi, in calo del 9,5% rispetto all'anno precedente. In Francia, la divisione ha registrato un calo del 10,3%. Inoltre, a livello internazionale, ha registrato una contrazione del 7,7%. Il margine operativo è stato del 3,7%, rispetto al 4,6% del 2019.

La divisione Concessioni ha generato entrate per circa 2,6 miliardi di euro nel 2020. È sceso del 12,7% su base annua. Su base comparabile, questo fatturato è in calo del 15,5% rispetto all'anno precedente. Il traffico in APRR è sceso del 21,0%. D'altra parte, sono diminuiti del 23,9% sul viadotto di Millau e del 22,0% sulla A65.  

Inoltre, il calo del traffico è più pronunciato negli aeroporti. È stimato al 67,3%. Il margine operativo di questa divisione è stato del 38,4% nel 2020, rispetto al 49,7% dell'anno precedente.

 

Struttura finanziaria alla fine del 2020

Alla fine dell'esercizio 2020, il Gruppo Eiffage ha registrato un free cash flow di 1,1 miliardi di euro, con una diminuzione limitata a 167 milioni di euro. Questo ha beneficiato di un cambiamento nel fabbisogno di capitale circolante che ha generato una liquidità sostanziale a 321 milioni di euro. 321 milioni di euro, aiutati dalla buona posizione di cassa di tutte le divisioni Works.

Questo importo tiene conto degli investimenti di sviluppo realizzati nelle concessioni, che ammontano a 646 milioni di euro. Oltre ai grandi investimenti effettuati nell'ambito dei contratti di piano e dei piani di investimento autostradali di APRR e AREA, il Gruppo ha speso circa 150 milioni di euro per avviare i lavori della futura autostrada A79.

A fine dicembre 2020, il debito netto del Gruppo (escluso il debito IFRS 16) era stimato a 9,9 miliardi di euro. È diminuito di 330 milioni di euro in un anno. Inoltre, la posizione di cassa netta della holding e delle divisioni Works ammontava a 977 milioni di euro al 31 dicembre 2020, rispetto ai 664 milioni di euro alla stessa data dell'anno precedente.

 

Il dividendo e la capitalizzazione di mercato di Eiffage

In occasione dell'Assemblea generale degli azionisti del 21 aprile 2021, il Consiglio di amministrazione del Gruppo Eiffage ha proposto il pagamento di un dividendo di 3 euro per azione. Questo include 1,5 euro per azione per l'esercizio 2020. Il restante 1,5 euro per azione si riferisce alla decisione della società di non distribuire una cedola per l'esercizio 2019.

Inoltre, l'azienda ha una notevole presenza sui mercati azionari. È quotata alla Borsa di Parigi su Euronext. Nel dicembre 2021, la sua capitalizzazione di mercato è stimata a più di 8 miliardi di euro.