Capitalizzazione e fatturato di Carrefour

  •   DEHOUI Lionel

A differenza di molte altre aziende, il gruppo Carrefour ha avuto un anno eccellente nel 2020. La sua attività è cresciuta fortemente nel corso dell'anno. Ciò è dimostrato in particolare dal forte slancio delle vendite. Questa situazione è proseguita nel 2021. Inoltre, il gigante francese della vendita al dettaglio di generi alimentari ha registrato un record di vendite nel 2021. Scoprite i punti chiave da ricordare dai risultati annuali del gruppo.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Crescita delle vendite nel 2021

Nel 2021, il gruppo Carrefour ha registrato la migliore performance di vendita degli ultimi 21 anni. Infatti, nell'arco dei dodici mesi di quest'anno, il suo fatturato (TCC) ha raggiunto gli 81,2 miliardi di euro rispetto ai 78,6 miliardi di euro del 2020. 78,6 miliardi nel 2020, con un aumento del 72,3% su base comparabile. Questo aumento è stato determinato dal miglioramento della redditività in Spagna e in Italia.

Le vendite del gruppo Carrefour al netto delle imposte per i dodici mesi del 2021 ammontano a 72,9 miliardi di euro, con un aumento del 3,11% rispetto all'anno precedente. I risultati registrati per questo fatturato al lordo delle imposte nel 2020 sono stati di 70,7 miliardi di euro.

In questi Paesi, le vendite dell'azienda sono aumentate fortemente nel corso del 2021. Infatti, i consumatori hanno scelto l'opzione di mangiare (fuori casa) la sera. Ciò ha incoraggiato la crescita dei supermercati in un contesto di riduzione dei vincoli sanitari.

 

Andamento di altri indicatori finanziari nel 2021

Per l'esercizio 2021, il gruppo Carrefour ha registrato un reddito operativo corrente (ROC) di 2,272 miliardi di euro, rispetto ai 2,173 miliardi di euro del 2020. L'aumento è stato di 168 milioni di euro, pari al 7,7% a tassi di cambio costanti. Il margine operativo corrente è aumentato di 4 punti base al 3,1%, rispetto al 3,1% dell'anno precedente.

Da parte sua, l'utile operativo è stato fissato a 1,911 miliardi di euro nel 2021, rispetto a 1,686 miliardi di euro nel 2020. Ciò rappresenta un aumento del 13,3% (225 milioni di euro). Per l'intero anno, la quota di utile netto del Gruppo è stata di 1,072 miliardi di euro, rispetto ai 641 milioni di euro dell'anno precedente.

1,15 miliardi di euro nel 2021, rispetto a 1,011 miliardi di euro. 1,011 miliardi di euro. L'utile per azione rettificato è aumentato del 17,2% a 1,47 milioni di euro nel 2021, rispetto agli 1,26 milioni di euro dell'anno precedente.

La società ha registrato un Ebitda di 4,55 miliardi di euro per l'esercizio 2021, rispetto ai 4,46 miliardi di euro del 2019. La crescita è stata quindi dell'1,9% a tassi di cambio costanti. Il margine Ebitda è migliorato di 8 punti base, passando al 6,2%, rispetto al 6,3% dell'anno precedente.

 

Flusso di cassa e indebitamento al 31 dicembre 2021

Durante l'esercizio 2021, Carrefour ha registrato un forte aumento della generazione di cassa. A fine dicembre, il gruppo ha registrato un free cash flow netto di 1,228 miliardi di euro, con un aumento di 172 milioni di euro rispetto all'anno precedente, quando aveva registrato 1,056 miliardi di euro.

Questa solida performance è stata guidata dalla buona dinamica commerciale, unita al rigore finanziario dell'azienda. Il flusso di cassa libero netto rettificato (da voci eccezionali e operazioni cessate) è stato pari a 1,514 miliardi di euro nel 2020, rispetto a 1,594 miliardi di euro dell'anno precedente. 79 milioni di euro rispetto al 2020.

Al 31 dicembre 2021, l'indebitamento finanziario netto della società è stimato a 2,633 miliardi di euro. 16 milioni di euro a tassi di cambio costanti. Alla fine di quest'anno, il patrimonio netto (quota del gruppo) ha raggiunto 9,795 miliardi di euro, rispetto ai 9,937 miliardi di euro di fine dicembre 2019.

 

Bilancio solido e liquidità rafforzata

Per più di due anni, Carrefour ha dato prova di grande disciplina nelle sue finanze. Ciò ha permesso di rafforzare il bilancio e la liquidità nel corso dell'esercizio finanziario 2021. In effetti, l'azienda ha uno dei bilanci più solidi del settore. Questo rappresenta un importante vantaggio per l'azienda nell'attuale difficile contesto.

Si tratta di una risorsa importante per l'azienda nell'attuale contesto difficile, caratterizzato in particolare dalla ripresa dalla crisi sanitaria del coronavirus e dai rapidi cambiamenti nella distribuzione degli alimenti. Inoltre, il rafforzamento della liquidità del gruppo nel corso del 2021 è stato sostenuto dall'emissione obbligazionaria effettuata nell'aprile 2020. 1 miliardo di euro con scadenza dicembre 2027.

All'epoca questa transazione fu un grande successo. Ciò dimostra la grande fiducia degli investitori nella firma Carrefour. Inoltre, nell'aprile 2020, la società ha rimborsato un prestito obbligazionario stimato in 802 milioni di euro.

 

Dividendo e capitalizzazione di mercato di Carrefour nel 2021

Il gruppo Carrefour è una delle società che distribuisce una cedola agli azionisti. Da circa dieci anni ha scelto l'opzione del dividendo a scrip. Tuttavia, la società ha deciso di uniformare la propria politica dei dividendi. D'ora in poi il dividendo sarà pagato interamente in contanti.

Pertanto, in occasione dell'Assemblea generale del 16 maggio 2022, il Consiglio di amministrazione della società ha deciso di distribuire un dividendo di 0,52 euro per azione per l'esercizio 2021. La distribuzione è avvenuta il 26 maggio 2022. Inoltre, Carrefour è uno dei titoli più popolari sul mercato azionario per gli investitori.

La società è quotata alla Borsa di Parigi. È una delle società che compongono l'indice borsistico CAC 40. Nel 2020 (fine dicembre), la sua capitalizzazione di mercato era stimata in circa 11,5 miliardi di euro.

 

Il Gruppo Carrefour

Fondata nel 1958, Carrefour è un'azienda francese specializzata nella grande distribuzione. Il gruppo è riconosciuto come il numero uno in Europa in questo settore. È il secondo rivenditore al dettaglio più grande del mondo. Nel 1963, l'azienda ha sviluppato il concetto di ipermercato.

La missione principale dell'azienda è quella di offrire ai propri clienti servizi di qualità, prodotti e alimenti accessibili a tutti. Inoltre, il gruppo opera in più di 30 Paesi. Ha una forza lavoro di oltre 321.000 dipendenti in tutto il mondo.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com