Capitalizzazione e fatturato di BP

  •   DEHOUI Lionel

Il settore petrolifero è una delle industrie più colpite dalla crisi sanitaria del coronavirus nel 2020. Questo ha portato a un forte calo dei prezzi del petrolio e del gas e a un calo della domanda. Questo ha avuto un impatto significativo sul business del Gruppo BP nell'ultimo anno. In particolare, ha registrato pesanti perdite. Tuttavia, grazie al rimbalzo dei prezzi del petrolio dall'inizio del 2021, l'azienda ha migliorato la sua performance finanziaria.

Inizia a fare trading su BP
Il 79% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con eToro
Capitalizzazione e fatturato di BP
Immagine: Martin Abegglen - Flickr

Valutazione globale dell'attività del gruppo per tutto l'esercizio 2020

A causa della crisi sanitaria, il gruppo BP ha subito una perdita netta abissale di 20,3 miliardi di dollari nel 2020, contro un guadagno di 4 miliardi di dollari l'anno precedente. Questa cattiva performance è stata dovuta principalmente al crollo dei prezzi del greggio Brent. La crisi sanitaria del coronavirus ha avuto un forte impatto sulla domanda di petrolio.

A causa del calo del consumo di idrocarburi, soprattutto in primavera durante i primi confinamenti, il prezzo dell'oro nero è sceso a livelli storicamente bassi e in territorio negativo all'inizio di aprile. In seguito sono saliti leggermente sopra i 50 dollari, ma non hanno raggiunto il loro livello dell'inizio del 2020.

Da ottobre, il gruppo ha notato un aumento dei prezzi del petrolio. Questo è dovuto agli sforzi dei paesi dell'OPEC e dei partner della società per ridurre la produzione. Questo aumento è stato sostenuto anche dalle speranze legate alla diffusione dei vaccini contro il coronavirus.

Nel 2020, il gigante petrolifero britannico ha venduto il suo petrolio a un prezzo compreso tra 39 e 42 dollari. L'anno precedente, l'ha venduto per 57-64 dollari. Nei dodici mesi dell'anno in esame, le entrate della BP sono state di 180,4 miliardi di dollari, in calo del 35% su base annua.

Nei primi tre trimestri dell'esercizio 2020, la società ha registrato pesanti perdite. Tuttavia, è riuscito a girare l'angolo nel quarto trimestre. Negli ultimi tre mesi di quest'anno, il gruppo petrolifero ha realizzato un utile netto di 1,36 miliardi di dollari. Questo grazie alla vendita della sua attività petrolchimica alla società britannica Ineos per 5 miliardi di dollari.

 

Attuazione di un programma di risparmio

Come molte altre aziende colpite dalla crisi sanitaria, la BP ha preso forti misure per affrontarla. L'azienda ha sviluppato un programma di risparmio di 2,5 miliardi di dollari fino al 2021. Per raggiungere questo obiettivo, ha previsto di tagliare 10.000 posti di lavoro, che corrisponde al 15% della sua forza lavoro in tutto il mondo.

Tuttavia, l'azienda ha sottolineato che più della metà di questi tagli di posti di lavoro sono stati fatti entro la fine di dicembre 2020. Inoltre, la società ha stimato di aver completato gran parte del suo programma di cessione di attività. Questo è stimato in un totale di 25 miliardi di dollari e dovrebbe estendersi fino al 2025. Inoltre, il gruppo aveva previsto di cedere le sue attività nel 2021 per un importo compreso tra 4 e 6 miliardi di dollari.

 

Conti in attivo nel primo trimestre del 2021

Durante il primo trimestre del 2021, i prezzi del petrolio hanno avuto un notevole rimbalzo. Questo ha permesso al Gruppo BP di migliorare la sua performance finanziaria durante questo periodo. Tra gennaio e marzo, il gigante britannico dell'energia ha registrato un utile netto di 4,7 miliardi di dollari.

Questo si confronta con una perdita netta di 4,4 miliardi di dollari un anno prima. All'epoca, l'azienda fu colpita dal calo della domanda di petrolio greggio all'inizio della pandemia. Ma da allora, i prezzi del petrolio si sono ripresi significativamente. Questo grazie a una graduale ripresa dell'economia globale.

 

Forti risultati nel secondo trimestre del 2021

Nel secondo trimestre del 2021, il gruppo BP ha continuato a beneficiare dell'impennata dei prezzi del petrolio e del gas con la graduale ripresa dell'economia globale. Questo ha contribuito ai forti risultati registrati durante questo periodo. Il gigante del petrolio ha registrato un utile netto di 2,8 miliardi di dollari nel trimestre, rispetto a una perdita di 6,68 miliardi di dollari nel Q2-2020.

Il risultato è stato anche migliore delle aspettative del mercato. Il mercato si aspettava una cifra di 2,15 miliardi di dollari. Inoltre, per i primi sei mesi del 2021, la società ha registrato un surplus di cassa di 2,4 miliardi di dollari.

 

BP in rosso nel terzo trimestre del 2021

Nonostante l'aumento dei prezzi del petrolio, il gruppo BP ha visto i suoi conti precipitare in rosso nel terzo trimestre del 2021. La major petrolifera britannica ha registrato una perdita netta di 2,5 miliardi di dollari nel periodo, rispetto a una perdita di 450 milioni di dollari l'anno precedente.

In un contesto segnato da un aumento reale del prezzo dell'oro nero e del gas, questa perdita sembra più significativa. In realtà, è dovuto a un onere contabile di 6,1 miliardi di dollari al lordo delle imposte. Secondo il gruppo, ciò è dovuto all'aumento del prezzo dei contratti futuri di gas verso la fine di questo trimestre, costringendo la registrazione contabile del rischio anche prima della consegna.

Escludendo gli effetti contabili, la società ha registrato un utile sottostante di 3,3 miliardi di dollari nel Q3-2021, rispetto agli 86 milioni di dollari del terzo trimestre dell'anno scorso. Inoltre, i forti risultati sottostanti e il flusso di cassa hanno permesso all'azienda di continuare a ridurre il suo debito netto.

Si è attestato a 32 miliardi di dollari, in calo del 20% su base annua. Inoltre, il gruppo petrolifero ha continuato il suo programma di riacquisto di azioni per 1,25 miliardi di dollari. Nel terzo trimestre sono stati eseguiti 900 milioni.

 

Il dividendo e la capitalizzazione di mercato di BP

Per diversi anni, il gruppo BP ha costantemente pagato un dividendo ai suoi azionisti in ogni anno finanziario. Questo coupon è di solito staccato 4 volte durante l'anno. Ecco la ripartizione per l'anno 2020:

  • 05 novembre 2020: 0,315 dollari per azione;
  • 13 agosto 2020: 0,315 dollari per azione;
  • 08 maggio 2020: 0,630 dollari per azione;
  • 13 febbraio 2020: 0,630 dollari per azione.

Le azioni BP sono anche tra le più popolari sui mercati finanziari. In effetti, l'azienda ha più elenchi. È quindi presente in diverse borse. L'azienda è quotata alla Borsa di Londra, alla Borsa di New York, a Francoforte e alla Borsa di Tokyo. All'inizio di dicembre 2021, la sua capitalizzazione di mercato è stimata a più di 60 miliardi di dollari.

Inizia a fare trading su BP

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia investimenti in azioni e in criptovalute, sia il trading di asset CFD.

Nota: I CFD sono strumenti complessi che comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 79% degli investitori retail perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti valutare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le prestazioni precedenti non offrono garanzie per risultati futuri. La cronologia di trading presentata è inferiore a cinque anni e potrebbe non essere sufficiente come base valida per decidere i propri investimenti.

Il copy trading è un servizio di gestione del portafoglio, fornito da eToro (Europe) Ltd., autorizzato e regolamentato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission.

L'investimento in criptovalute non è regolamentato in alcuni paesi dell'UE e nel Regno Unito. Nessuna tutela del consumatore. Il tuo capitale è a rischio.

eToro USA LLC does not offer CFDs and makes no representation and assumes no liability as to the accuracy or completeness of the content of this publication, which has been prepared by our partner utilizing publicly available non-entity specific information about eToro.

eToro.com