Capitalizzazione e fatturato di Amazon

  •   DEHOUI Lionel

Fondata nel 1994 e con sede a Seattle, negli Stati Uniti, Amazon è un'azienda americana specializzata nella vendita online. È una delle aziende più potenti del mondo di Internet, conosciuta con l'acronimo GAFA (Google, Amazon, Facebook, Apple). L'anno scorso l'attività del gruppo è cresciuta notevolmente. Per saperne di più sui risultati annuali del gigante dell'e-commerce per l'anno finanziario 2021, cliccate qui.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Amazon aumenterà i ricavi e gli utili nel 2021

Per l'intero anno 2021, Amazon ha registrato una crescita significativa delle vendite nette. Ciò si traduce in un fatturato annuo di 470 miliardi di dollari, in aumento rispetto ai 386,1 miliardi di dollari dell'anno fiscale 2020. La crescita è stata quindi del 22% su base annua.

Anche il gigante dell'e-commerce ha registrato un aumento degli utili. Tuttavia, questi sono stati meno impressionanti del previsto. Nel 2020, il gruppo ha realizzato un utile netto annuale di 33 miliardi di dollari, rispetto ai 21,3 miliardi dell'anno precedente. Ciò rappresenta un aumento del 57% rispetto all'anno precedente.

Nell'ultimo trimestre del 2021, il gigante della vendita al dettaglio ha registrato vendite per 14,3 miliardi di dollari. Con questa cifra, il fatturato di Amazon è salito del 9,4% a 137,4 miliardi di dollari. I profitti operativi ordinari dell'azienda sono invece diminuiti negli ultimi tre mesi del 2021. Sono scesi da 6,9 miliardi di dollari nell'ultimo trimestre del 2020 a 3,5 miliardi nello stesso periodo dell'anno successivo. Per l'anno 2022, gli analisti prevedono profitti tra i 3 e i 6 miliardi di dollari nel primo trimestre. Nel 2021, Amazon è riuscita comunque a generare 8,9 miliardi di dollari nel primo trimestre.

Nell'arco di dodici mesi, Amazon ha registrato una plusvalenza di 11,8 miliardi di dollari. Va notato che questo guadagno deriva dalla partecipazione dell'azienda in Rivian Automobile. Si tratta di un produttore di auto elettriche che non ha più bisogno di essere introdotto nel suo settore. C'è anche il business del cloud di Amazon, in particolare attraverso le attività di servizi IT della controllata Amazon Web Services (AWS), che ha sostenuto il business online.

Nell'ultimo trimestre del 2021, AWS ha generato un profitto di 5,29 miliardi di dollari nel cloud. Il fatturato è stato di circa 18 miliardi di dollari, con un aumento del 40% rispetto all'anno precedente.

Anche la nuova attività di pubblicità digitale di Amazon ha fatto breccia nel 2021. In particolare, si è registrato un aumento del 32% dei ricavi pubblicitari in tre mesi, per un totale di 9,7 miliardi di dollari.

 

Amazon ha assunto nuovi dipendenti nel 2021

La tendenza al rialzo di Amazon nel 2021 è evidente anche nel numero di dipendenti. Nell'ultimo trimestre, il principale rivenditore online del mondo ha effettuato quasi 140.000 assunzioni. Queste assunzioni hanno permesso all'azienda di consegnare gli ordini in tempo, soprattutto durante le festività natalizie. Il gigante dell'e-commerce avrebbe voluto fare di più con queste assunzioni, ma la carenza di manodopera ha limitato il suo slancio. Si noti inoltre che nei primi nove mesi dell'anno fiscale 2021 Amazon ha effettuato 170.000 assunzioni.

In totale, il gruppo statunitense ha circa 1,5 milioni di dipendenti in tutto il mondo. Solo in Francia, la forza lavoro dell'azienda è stimata in quasi 10.000 unità. Con le dimensioni della sua forza lavoro, Amazon è al terzo posto nella classifica dei maggiori datori di lavoro al mondo.

Segue sul podio il gigante della vendita al dettaglio Walmart (2,2 milioni di dipendenti). A questo ritmo di assunzioni (più di 300.000 persone all'anno), l'e-tailer potrebbe conquistare il primo posto nei prossimi anni.

Va inoltre notato che questo numero totale di dipendenti di Amazon non tiene conto dei lavoratori temporanei che aiutano i dipendenti dell'azienda alla fine dell'anno. Tra questi, i lavoratori temporanei dei franchising McDonald's. Inoltre, gli autisti (quasi 500.000) non sono inclusi in questa forza lavoro. Sono gli autisti a cui l'azienda subappalta le consegne.

 

Distribuzione dei dividendi e capitalizzazione di mercato di Amazon nel 2020

Amazon è uno dei colossi tecnologici americani che non paga ancora un dividendo ai suoi azionisti. Ciò è dovuto in parte al fatto che il gigante dell'e-commerce si concentra sulla crescita delle vendite. Di conseguenza, la società non ha pagato un dividendo per l'esercizio finanziario 2021.

Delle società GAFA (Google, Amazon, Facebook, Apple), solo Apple paga attualmente un dividendo. La società ha iniziato a pagare un dividendo solo nel 2012. Da allora, Apple si è assicurata di pagare regolarmente i suoi dividendi. Ad esempio, per l'esercizio finanziario 2021, il gruppo ha pagato un dividendo di 0,88 dollari per azione.

Dopo 21 anni dalla sua creazione, Amazon ha raggiunto una capitalizzazione di mercato di 1.000 miliardi di dollari. Nel 2020, l'azienda statunitense ha superato la soglia di 1,5 trilioni di dollari guadagnando altri 500 miliardi di dollari.

Nel 2021 (a fine luglio), la capitalizzazione di mercato di Amazon è stimata in 1.816 miliardi di dollari. Come promemoria, l'azienda è stata quotata in borsa al NASDAQ nel maggio 1997.

 

Azioni Amazon a confronto con Google per gli utili del 2021

Come l'attività di Amazon, anche quella di Google è cresciuta nel 2021. Per l'intero anno, l'azienda ha generato ricavi per 257,6 miliardi di dollari, rispetto ai 182,5 miliardi di dollari del 2020. Questo dato rappresenta un aumento del 13% rispetto all'anno precedente. Tuttavia, è inferiore al fatturato registrato dal leader mondiale delle vendite online (470 miliardi di dollari).

Per l'esercizio 2021, la società ha registrato un utile netto di 76 miliardi di dollari rispetto ai 40,3 miliardi del 2020. Ciò rappresenta un aumento dell'88,58% rispetto all'anno precedente. A questo livello, Amazon non ha fatto meglio di Google. I profitti (33 miliardi di dollari) registrati dall'e-tailer sono inferiori a quelli del gruppo californiano.

Nel 2021 (a fine novembre), la capitalizzazione di mercato di Google è stimata a 2.000 miliardi di dollari. Tra le società GAFA, l'azienda americana di servizi tecnologici supera Amazon in termini di capitalizzazione di mercato.

Il 77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com